Come scegliere un ricevitore tv in base alla televisione: valutazioni utili, prodotti, costi

Una valutazione molto importante da fare quando acquistiamo un ricevitore tv è il tipo di televisione che abbiamo. Ogni decoder infatti ha delle predisposizioni migliori su alcuni tipi di televisori, ovvero di display. Sarebbe inutile acquistare un ricevitore ultra accessoriato se poi lo abbiniamo ad una televisione con pochi punti di forza. Per tale motivo, nei prossimi paragrafi, ti aiuteremo a scegliere un ricevitore tv in base alla televisione che hai.

Ricevitore tv: cos’è

I ricevitori tv sono dei supporti che si usano con la televisione per poter accedere ad alcuni canali particolari. Si tratta di apparecchi con i quali possiamo ricevere i canali digitali e anche quelli a pagamento. Se, ad esempio, vogliamo guardare la diretta di una partita di calcio, dovremo registrarci a dei servizi a pagamento che ci consentiranno di seguire la programmazione calcistica. Utilizzando il decoder e sottoscrivendo un abbonamento, potremo vedere tutte le partite che vogliamo.

Fino a qualche decennio fa i ricevitori venivano usati come oggetti ponte per riuscire a captare i canali digitali. Infatti, durante il passaggio dall’analogico al digitale, avvenuto definitivamente nel 2008, si poteva utilizzare un vecchio televisore per poter guardare i nuovi canali. Oggi i televisori digitali non hanno più bisogno di un’apparecchiatura esterna. Al loro interno troveremo già un ricevitore incorporato che riuscirà a ricevere il segnale digitale.

Oggi, sono molti quelli che continuare ad acquistare i ricevitori digitali. Questo perché potrebbero tornare utili in molte situazioni. Inoltre, occorre specificare che i prezzi sono diventati piuttosto imbattibili. Questo perché la domanda d’acquisto ha avuto, in parte, un lieve calo.

Perché acquistare un ricevitore tv

In molti si staranno chiedendo a cosa serve il ricevitore tv oggi, quando i televisori digitali hanno ormai preso il sopravvento e fanno tutto da soli. In realtà questi decoder vengono spesso acquistati per alcune situazioni specifiche.

La prima tra tutte riguarda la volontà di continuare ad usare un vecchio televisore in buono stato. Difatti, può accadere che nelle nostre case, o in quella dei nostri nonni, ci siano ancora delle televisioni analogiche del modello tradizionale. Se non vogliamo metterle via perché sono funzionanti, potremo usarle collegandole ad un ricevitore tv. In questo modo potremo guardare i nostri canali preferiti da un vecchio televisore.

Potremo usufruirne anche se vogliamo accedere ai canali a pagamento. Esistono degli ottimi servizi fruibili previo un apposito abbonamento, ad esempio i servizi Mediaset Rewind, Infinity, Rai Play e molti altri che prevedono un pagamento. Per poterli usare, dovremo avere una Smart Card da inserire nel nostro decoder. Questa carta serve proprio per gestire i propri abbonamenti.

Oppure potremo aver bisogno di un ricevitore tv qualora avessimo un problema con la CAM del televisore. Basterà connettere il cavo del ricevitore alla tv e potremo usare il telecomando della televisione per gestire i canali con il decoder.

Come scegliere ricevitore tv in base alla televisione

Un aspetto molto importante da valutare durante la vostra fase di acquisto è far caso alla tipologia di televisore di cui si dispone in casa. Infatti, non si deve acquistare un ricevitore pensando di poter prescindere dalla valutazione del modello di tv che abbiamo. La scelta è molto simile a quando si vuole acquistare un nuovo computer, non si potrà prendere un modello innovativo e pieno di nuove funzionalità se poi abbiamo a disposizione uno schermo dalla bassa risoluzione. Sarà molto importante restare in linea con il tipo di modello di televisione che abbiamo.

Alcuni ricevitori per tv sono dotati di funzionalità molto innovative e di ultima generazione. Per poter sfruttare al massimo questi decoder, sarà molto importante poter avere a disposizione una televisione che ci consenta di applicare i vari servizi ad un livello ottimo.

Perciò bisognerà fare attenzione a scegliere un ricevitore tv in base alla televisione che abbiamo. Per iniziare un’attenta valutazione, dovremo prima scegliere quale tipo di ricevitore vogliamo avere. Quindi dovremo andare ad analizzare tutte le caratteristiche e le funzioni di cui è dotato. Solo alla fine potremo valutare la compatibilità con il televisore che abbiamo in casa.

Scegliere un modello di ricevitore tv in base alla televisione: i bollini

In commercio troveremo diversi modelli di ricevitori tv che si differenziano in base ai loro bollini. Ogni bollino, in base al colore, indica che si tratta di un modello con delle precise funzioni. In base al ricevitore tv dovremo disporre di una televisione adatta per sfruttare le diverse funzionalità.

Il bollino grigio indica, ad esempio, che siamo in presenza di un ricevitore zapper. Si tratta di un modello di decoder piuttosto standard, la risoluzione non è altissima quindi anche le funzionalità non sono troppo innovative. Con questo tipo di ricevitore tv non avremo grandi problemi a trovare una giusta compatibilità con un televisore. Andranno bene anche gli schermi meno accessoriati.

I ricevitori che riportano il bollino blu o il bollino oro, rispecchiano rispettivamente i decoder Pay Tv e i decoder HD. Entrambi hanno una risoluzione alta quindi ci aspettiamo di usare uno schermo che riesca ad arrivare a quei livelli di risoluzione. In particolare per il secondo modello, il ricevitore interattivo HD, si consiglia di usare un televisore che consenta di arrivare ad una risoluzione in alta definizione.

Infine troveremo i ricevitori contrassegnati dal bollino platino che indicano il formato 4K. Questi modelli di decoder sono in grado di ricevere i canali in chiaro, quelli a pagamento, quelli in HD e anche quelli in 4K. Avere un televisore standard per usare questi ricevitori non servirà davvero a nulla, si tratterà di un acquisto sprecato. Pertanto si consiglia sempre di disporre di un televisione appropriato per il formato 4K.

Ricevitori tv: compatibilità televisione in base allo standard DVB-T2

Un ultimo appunto che desideriamo farti riguarda l’arrivo dello standard DVB-T2. Si tratta di uno standard di nuova generazione che ben presto sostituita l’attuale DVB-T. Il passaggio definitivo al secondo standard dovrebbe avvenire tra il 2020 e il 2022, dunque tutti i nuovi televisori dovrebbero disporre di questo nuovo supporto per prepararsi al futuro del digitale terrestre.

I televisori che non saranno dotati di questo supporto, potranno sempre assicurare il funzionamento con il ricevitore esterno dotato del corretto supporto DVB-T2.

Classe 1993, laureata in Lingue e in Giornalismo e nata a Roma. Da sempre sono un’appassionata di scrittura in ogni sua forma: dalla cronaca all’attualità fino alla tecnologia. Sono una grande appassionata di tv e fiction. Mi piace scoprire quali sono gli accessori più usati dall’antichità ad oggi per poter guardare al meglio la televisione. Sono una vera amante del vintage! Approfondire le tematiche è il mio unico credo, prima di tutto c’è sempre la scoperta.

Back to top
menu
ricevitoripertv.it